Mattia Fantinati – Sottosegretario M5s

Cinghiali in Lessinia: chieste misure urgenti al Ministro Martina

 In Lessinia la presenza dei cinghiali è forte e altrettanto forte è la preoccupazione degli agricoltori per i danni ingentissimi alle loro coltivazioni e per la salute del bestiame visto che i cinghiali rappresentano dei pericolosi serbatoi per un gran numero di virus responsabili di gravi patologie sia negli uomini che negli animali. Per questo motivo ho chiesto con una interrogazione a risposta scritta al Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, quali iniziative, anche di carattere legislativo, s’intendono adottare al fine di individuare uno strumento specifico ed urgente che, tenuto conto della eccezionalità’ della situazione, permetta di affrontare una questione ormai fuori controllo.
 
Maggiori informazioni:
 
Negli ultimi dieci anni il numero dei cinghiali presenti in Italia è praticamente raddoppiato al punto che, secondo l’Ispra, sul territorio nazionale sarebbero stati presenti non meno di 600.000 cinghiali nel 2005 per passare a 900.000 nel 2010 e nel 2015, ultime stime della Coldiretti, avrebbero raggiunto e superato il milione di esemplari.
 
«Un vero e proprio esercito che assedia le campagne italiane con attacchi quotidiani alle colture, radendo al suolo campi di grano, mais, orzo, ma anche le produzioni tipiche del made in Italy, dalle castagne al farro, delle mele all’uva che gli agricoltori hanno salvato in questi anni dall’estinzione per poi rischiare di vederle sparire a causa della pressione dei selvatici», sottolinea Coldiretti.

Have your say