Mattia Fantinati – Sottosegretario M5s

Da Governo e Ue la ricetta per uccidere le imprese

Prima di prendere provvedimenti che stanno mettendo in ginocchio l’economia, il Parlamento Europeo doveva pensarci bene. E il ‪‎governo‬ italiano, invece di obbedire sempre a testa bassa, avrebbe dovuto reagire, ribellarsi.
Perché ad ogni azione corrisponde una reazione, e alzare la voce imponendo delle sanzioni alla ‪‎Russia‬ ha scatenato – come era prevedibile- conseguenze drammatiche. Dal 7 agosto Mosca ha bloccato l’import di formaggi, salumi e prodotti ortofrutticoli: cento milioni di perdite stimate per il comparto agroalimentare (cifra che somma le ricadute su produttori, trasformatori ed esportatori). A questo si aggiunge il rischio di un’estensione del blocco a prodotti tessili e d’abbigliamento: un’altra ventina di milioni di perdite per il settore.
Se le imprese già sono in difficoltà per una crisi per la quale il governo non trova soluzione (anzi!), l’‪embargo‬ sta provocando seri danni a quelle realtà che proprio nell’‪‎export‬ hanno investito importanti risorse. Ma noi, come i caproni, continuiamo a correre dietro a ciò che comanda la Germania…

Have your say