Mattia Fantinati – Sottosegretario M5s

Infiltrazioni mafiose a Verona: noi lo avevamo detto

“Verona rappresenta sicuramente il punto più fragile del Veneto”. E ancora: “Riteniamo che la Prefettura possa rivalutare di chiedere una commissione di accesso al Comune di Verona, uno strumento indispensabile per fare luce. La consapevolezza sul fenomeno della ‘ndrangheta è ancora insufficiente”. Riassumiamo: la Commissione Antimafia ha dichiarato che Verona è la città del Veneto dove maggiore è la presenza di criminalità organizzata. E la reazione del sindaco qual è? “Affermazioni strampalate”. Eppure, se più indizi fanno una prova, qui di elementi ne stiamo raccogliendo parecchi.

Noi lo avevamo previsto. La richiesta avanzata ieri dalla Commissione antimafia, relativa alla creazione di una commissione di accesso al Comune di Verona, il Movimento 5 Stelle l’aveva già proposta lo scorso anno. Non solo: nei giorni successivi all’inchiesta di Report sulle infiltrazioni criminali nella politica scaligera, il sindaco era andato dal procuratore capo Schinaia a chiedere informazioni. Io avevo presentato un’interrogazione: volevo capire se questo atteggiamento fosse normale. Se ci fossero state pressioni, privilegi. Tosi, in quell’occasione, fece spallucce.

Ma quanto accaduto ieri dimostra che noi avevamo ragione.

Condivido quindi quanto affermato questa mattina in conferenza stampa dal nostro candidato alla presidenza del Veneto Jacopo Berti, insieme ai consiglieri dei 5 Stelle veronesi: “Era necessario l’intervento della commissione parlamentare per fornire risalto nazionale a quanto stiamo denunciando da anni, ossia l’ormai sempre più evidente penetrazione?”

Have your say