Mattia Fantinati – Sottosegretario M5s

Le mafie a Verona esistono davvero?

Domani un incontro organizzato dal Movimento Cinque Stelle, con la testimonianza di un ex boss della ‘ndrangheta crotonese

La criminalità organizzata è ben radicata in Veneto, a Verona, nella nostra provincia. Lo dicono i dati in mano alla Procura: personaggi legati alla ’ndrangheta si concentrano a Villafranca, Sommacampagna, San Bonifacio, Legnago, fino al basso Vicentino. La Camorra ha piantato radici sul Garda, dove negli ultimi trent’anni la cementificazione selvaggia è aumentata del 47%. Una panoramica sulla presenza delle organizzazioni criminali nel territorio sarà illustrata domani sera dal deputato del Movimento Cinque Stelle Mattia Fantinati, che introdurrà l’incontro “Le mafie a Verona esistono davvero?”, organizzato dal M5S di Verona e in programma alle 20.45 in sala Lucchi, piazzale Olimpia 3. Interverranno Luigi Gaetti, vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, e Mario Michele Giarrusso, segretario della seconda commissione permanente (Giustizia). All’incontro parteciperà anche un ex boss della ’ndrangheta crotonese, ora collaboratore di giustizia: illustrerà le modalità con cui si muovono le organizzazione criminali sul territorio, spiegando perché la provincia veronese sia così attrattiva per le mafie. “Conoscere la criminalità organizzata è l’unico modo per affrontarla”, spiega Fantinati, “queste organizzazioni stanno mandando in rovina i nostri imprenditori, sostituendosi alle banche, promettendo liquidità a interessi da usurai. In questo modo devastano un intero sistema economico”.

Have your say