Chi Sono

Chi Sono

LA MIA STORIA

Veronese, mi sono laureato in ingegneria gestionale nel 1999 all’Università di Brescia. Successivamente ho conseguito una serie di specializzazioni in ambito economico in Italia e all’estero: presso la SDA Bocconi (School of Management), la MMU (Manchester Metropolitan University), in Cina presso l’Università di Pechino e alla LSE (London School of Economics and Political Science).

Di esperienza ne ho fatta molta, sia all’interno di multinazionali italiane che straniere, specializzandomi nel settore delle energie rinnovabili. A 30 anni mi sono messo in proprio come ingegnere aprendo il mio studio.Dopo pochi anni ho aperto una piccola impresa nell’impiantistica industriale ed, in seguito, sono stato Country Manager Italia di una azienda tedesca di fotovoltaico.

Nel frattempo ho rivestito il ruolo di consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Verona e referente del Network Nazionale Giovani Ingegneri.

Dal 2013 sono portavoce alla Camera dei Deputati, dove ho fatto parte della X Commissione (industria, commercio, energia, ricerca e Turismo) e della Commissione di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo come capogruppo.

Nel 2018, Sono rieletto portavoce e, il 12 giugno 2018, diventato Sottosegretario per la Pubblica Amministrazione del Governo Conte.

ESPERIENZE POLITICHE

Nel 2013 sono entrato alla Camera come portavoce del M5S. Ho sempre cercato di mettere in pratica ciò che la politica è per me: partecipazione, la cassa di risonanza dei più deboli e non delle lobby.

Vista la mia esperienza sono entrato nella commissione attività produttive, energia e Turismo e nella commissione contraffazione.

Mi sono battuto per aiutare le PMI e il Made in Italy. 2 leggi approvate.

Una contro la delocalizazzione: se un’azienda delocalizza usando soldi pubblici deve restituire il “malloppo” ai cittadini.
L’altra sulla compensazione delle cartelle esattoriali: se un imprenditore ha un debito verso la PA, lo puoi compensare scalandolo dalla cartella esattoriale. Il Sole24ore ha intitolato: “l’uovo di Colombo”.
La battaglia per la difesa delle PMI è stata quotidiana: dalla missione imprenditoriale sul “Made in Italy” negli USA a quella in Paraguay, alla realizzazione di numerose iniziative per aiutare le PMI ad affacciarsi a nuovi mercati all’estero.
Ho promosso dei corsi per aiutare gli imprenditori a fare squadra e a partecipare a mercati internazionali.
Mi sono occupato di Turismo a 360°. Ho presentato interrogazioni denunciando il malfunzionamento dell’ENIT e la mala gestio di Franceschini.
Ho evidenziato la necessità che l’Italia abbia un ministero del Turismo (ad oggi inesistente).
Ho seguito in prima persona la redazione del programma del M5S turismo coordinando la ricerca sul futuro di questo comparto dal titolo “Turismo 2030“.
Oltre 300 atti parlamentari e quasi 3000 emendamentipresentati principalmente su PMI e turismo.
73 proposte di legge, in dettaglio le 8 come primo firmatario:

  • Abolizione IRAP per microimprese
  • Diritto fallimentare: revisione concordato preventivo
  • Reato penale per la contraffazione
  • Regole contro la Moda tossica
  • Protezione “Made in Italy”
  • Valorizzazione dell’albergo diffuso
  • Regolamentazione del “Tax Free”.
  • Disciplina del codice appalti per favorire le PMI

CURRICULUM DA ATTIVISTA

Ricordo quando nel 2007, dopo il lavoro andavo ai MeetUp; ci trovavamo in un ristorante per dibattere sull’inceneritore di Ca’ del Bue. C’era voglia di mettere fine al meccanismo partitocratico, e di risolvere i problemi per i cittadini.

Il M5S non esisteva, seguivamo il Blog e durante i MU, si si cercava di dare concretezza alle sue denunce. A distanza di quasi dieci anni, lo spirito è rimasto quello.

Campagna elettorale politiche 2013: pochi soldi perché rifiutavamo i finanziamenti pubblici. Il nostro modo di fare politica a costo 0 risultò essere vincente perché chi si avvicinava ai nostri i temi voleva contribuire a rendere migliore questo Paese. Vidi la gente riempire le piazze per ascoltare Beppe: qualcosa di grosso sarebbe successo. E così entrammo in Parlamento.

Sono sempre rimasto attivista ho seguito la campagna per le elezioni Europee, per le Regionali e per le comunali di Verona, mio comune di residenza. Molte i confronti per difendere il “no” al Referendum Costituzionale.

Ho organizzato diverse serate sul tema della corruzione; la principale: “Corruzione 2.0” sulle mafie al Nord con il magistrato Papalia e Lirio Abbate e Peter Gomez.

Ho coordinato l’apertura del centro SOS AntiEquitalia in Veneto (Vr) per aiutare imprese e cittadini vessati dalle cartelle esattoriali errate e ho informato i cittadini sulle modalità di accesso al fondo del microcredito.

Serate con imprenditori per spiegare la nostra visione di impresa e “Made in Italy”. Eventi con la GdF di VR per spiegare il fenomeno della contraffazione e incontri su: MES Cina, TTIP.

Ho cercato di mantenere sempre un legame forte e costante con il territorio Veneto, con gli attivisti, i MU. Ho seguito le battaglie contro: TAV, Pfas, collettore del Garda, discariche, cementificazione, inquinamento ambientale e scarsa sicurezza.

Nel 2018 ho girato i MU del Veneto per illustrare il programma nazionale del Turismo.

Ho promosso a Verona l’Openday di Rousseau affinché se ne possa conoscere la sua potenzialità.

Sono stato rieletto anche alle ultime elezioni del 2018 e, dal 12 giugno, sono diventato Sottosegretario per la Pubblica Amministrazione.

×