Da Oettinger a Moscovici, riceviamo lezioni di economia da chi ha prodotto macelleria sociale e recessione in nome dell’austerità. Sostengono teorie sconfessate da premi Nobel come Krugman e Stiglitz. E il problema è l’Italia? L’incapacità di questa classe di capire i problemi reali dei cittadini è agghiacciante. Propongono un liberismo selvaggio e senza cuore, nonostante gli elettori chiedano protezione. I popoli d’Europa sono stanchi di tagli, privatizzazioni, svendita delle nazioni alla finanza senza volto. Servono misure coraggiose che rilancino l’economia reale, non l’austerità, buona solo per fare un favore a finanza e speculatori. Con le prossime elezioni europee, questa casta di tecnocrati sarà spazzata via. E non ci mancherà