Spesso, mentre mi sposto da una città ad un’altra per parlare di quello che fa il Movimento 5 stelle, guardo fuori dal finestrino e ascolto le voci lontane degli altri passeggeri.
Molti sono chini sui loro tablet ascoltano musica o studiano e altri (pochi per la verità) chiacchierano tra di loro, sconosciuti che intavolano discorsi e per lo più si lamentano dell’Italia, delle tasse e della politica.
In uno di questi viaggi ho conosciuto Marco, un ragazzo che per lavoro si è trasferito al nord, con tutto il suo bagaglio di speranze e di aspettative. Il Nord sa essere duro, ve lo dice un POLENTONE doc come me…ma al nord mi spiega Marco ci si va perchè la c’è lavoro mentre qui al sud non si trova o se lo vuoi devi scendere a compromessi. Marco mi dice che sua madre gli ha insegnato la #dignità, che se il lavoro non c’è (anche se sei laureato) te lo cerchi onestamente
Chiedo a Marco cosa vorrebbe dalla politica, lui mi dice che dalla politica non vuole nulla di particolare ma solo che ragazzi onesti e meritevoli come i portavoce del MOVIMENTO 5 STELLE vadano al Governo e questo paese lo raddrizzino. Io non gli dico che sono un Cittadino Pentastellato, ma scendendo dal treno lo guardo negli occhi e gli dico ” Marco questo Paese lo cambiamo insieme io,te e altri cittadini onesti”.