Questo è un momento storico per la democrazia italiana, che ritorna a essere democrazia dei cittadini e non dei privilegi.

Eppure, abbiamo ex parlamentari che minacciano ricorsi e si stracciano le vesti per un provvedimento secondo loro iniquo. Era iniquo invece il loro trattamento pensionistico, diverso da quello degli altri cittadini. Ma con che faccia hanno il coraggio di lamentarsi quando il paese reale soffre povertà e deprivazione?
Non ricordo nessuno di loro gridare allo scandalo quando la Casta in Parlamento approvava dei provvedimenti da macelleria sociale, come la legge Fornero.


Chi prende una pensione sotto i 4.000€ non ha nulla da temere, anzi, alzeremo le minime a 780€.
Chi ha una pensione sopra i 4.000€, con i contributi versati, continuerà a percepirla.
Taglieremo solo le pensioni d’oro, non giustificate dai contributi versati, quelle che di fatto erano privilegi feudali.